Verso Macerie culturali || Expo fotografica di Geraldine Cella || 03.02.23


Venerdì 03 febbraio dalle 19.00 al C4 – Centro di Contaminazione creativa e culturale (via Celso 12r) si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica Verso Macerie culturali di Geraldine Cella, che racconterà il primo anno di vita di C4.

Il 3 febbraio 2023 il C4 – Centro di contaminazione creativa e Culturale ha il piacere di inaugurare nel proprio spazio “Verso Macerie Culturali”, un progetto fotografico di Geraldine Cella, artista italiana di origine colombiana che ha studiato Arti applicate alla Scenografia e progettazione dell’allestimento degli spazi espositivi all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Fotografa freelance, si avvicina a questa disciplina in tenera età per poi trovare concretezza a seguito degli anni di studio al Liceo artistico e successivamente all’università.

Verso Macerie culturali di Geraldine Cella

Da un anno Geraldine collabora con l’Associazione di Promozione cultural-editoriale Three Faces, fondatrice del centro culturale C4, ed è proprio da questa collaborazione che l’artista prende ispirazione per questa esposizione.

Le opere scelte sono testimonianza degli eventi realizzati nell’ultimo anno dall’associazione eseguite con due macchine fotografiche, una Nikon e una Lumix, poi rielaborate in digitale tramite la tecnica del bianco e nero. Ogni foto è stata soggetta ad uno specifico lavoro di post produzione, che comprende scelta, taglio e ulteriori modifiche che rispecchiano lo stile dell’artista.

L’artista esprime il suo punto di vista rispetto alla mostra con queste parole:
“Le fotografie esposte sono il risultato di un processo evolutivo del mio lavoro come fotografa volontaria, iniziato quasi un anno fa quando il C4 ha aperto le sue porte al pubblico, a nuovi artisti e a nuove collaborazioni.
Questa attività è iniziata principalmente come un lavoro di documentazione di tutti quegli eventi, presentazioni e mostre, che Three Faces ha accolto all’interno del suo spazio, con l’obbiettivo quindi di fornire all’associazione stessa elementi visivi da tenere come archivio.

Con il passare del tempo e con una più approfondita conoscenza non solo del centro e della sua missione sociale e culturale nel panorama fiorentino, ma anche con i suoi fondatori e collaboratori, ho avuto modo di sperimentare, giocare con la macchina fotografica e con i suoi soggetti. Arrivando forse a trovare una chiave per raccontare, non solo in modo didascalico le varie esperienze e incontri ma più creativa e in linea con il mio gusto personale di fare fotografia.

Le immagini sono quindi un insieme di momenti, sguardi ed emozioni in bianco e nero che sono riuscita a cogliere durante queste interazioni, tra artista e pubblico, tra lettore e ascoltatore, tra scrittore e fruitore. Suggerendo, anche attraverso i più piccoli dettagli, la connessione che le persone hanno non solo con le varie declinazioni di arte ma soprattutto con la profondità di un rapporto interpersonale, promosso dalla passione, dalla dedizione e perseveranza di percorrere la strada del libero professionista creativo.

Per concludere questa mostra vuole essere un omaggio, un elogio al C4 e a tutte quelle persone che scelgono di lottare, di leggere, di pensare e di vivere. Che scelgono di non estinguersi.

Verso Macerie culturali di Geraldine Cella
Expo fotografica

Venerdì 03 febbraio 2023, alle 19.00

C4 Firenze, via Celso 12r

L’ingresso è consentito ai soli soci dell’associazione Three Faces e l’iscrizione potrà essere effettuata direttamente all’entrata o compilando il form online: https://threefaces.org/diventa-socio/
La quota sociale per l’anno 2023 ha un costo di € 5.

Per maggiori informazioni:
threefacespublish@gmail.com
+39 353 4330 698

Verso Macerie culturali || Expo fotografica di Geraldine Cella || 03.02.23

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
 

StreetBook Magazine: l'ultimo numero assoluto e una festa per celebrarlo (oltre a una nuova pubblicazione in cantiere)

L’apocalisse è vicina: rendila epica!