StreetBook Magazine #19 ||Three Faces

StreetBook Magazine #19

StreetBook Magazine #19 // Marzo 2021

LOTTA, LEGGI, PENSA, VIVI.

NON ESTINGUERTI.

Esattamente un anno fa la storia recente subiva un cambiamento epocale chiamato pandemia. E noi, sempre con la solita faccia tosta e marcia che ci contraddistingue, oggi sforniamo il quinto numero di StreetBook in era Covid-19. A guardarci indietro sono cambiate molte cose nelle nostre vite. Del resto, tutti, prima o dopo, sono dovuti venire a patti con la realtà, aggiustando i propri progetti e, spesso, ripensando la propria modalità di esistenza. Un po’, guarda caso, come i personaggi dei racconti che troverete all’interno di questo numero. C’è chi ritorna in pista dopo mesi di isolamento e chi ha terminato una relazione dopo incomprensioni e incompatibilità; chi si sente ancora di più un ingranaggio urbano, grigio e senz’anima, e chi ha fatto una scelta diversa, riscoprendo le proprie radici rurali, l’aria buona e gli spazi aperti. C’è poi chi ha avuto un’occasione speciale per riscattarsi, oppure chi ha colto l’opportunità per rendersi conto del proprio fugace e fragile transito su questo mondo (magari, perché no, immedesimandosi nella prospettiva temporale di un insetto). Beh, come sempre, in definiva, StreetBook Magazine riflette anche stavolta in maniera lucida e verosimile ciò che succede nella strada, anche se nell’anno appena trascorso sono state più vuote del normale.
La volontà – se non si fosse capito – è di vedere tutto questo macello in chiave positiva, per quanto possibile. Insomma, prenderlo come un’occasione per fare il punto e ripartire. Perché – diciamocelo – in qualche modo ne dovremo pur venire fuori, no? [continua a leggere nell’editoriale di StreetBook Magazine]

Torna su