fbpx

Berlino chi? – Viaggio in Germania – D.Ianniello

vqp_berlino

21 Apr Berlino chi? – Viaggio in Germania – D.Ianniello

Berlino chi? D.Ianniello

Non spendendo soldi non ti diverti. Non divertendoti non stai bene. Non stando bene non sei nel giusto mood. Non essendo nel giusto mood, con molta probabilità, non troverai lavoro. Non investendo su te stesso, sul tuo benessere, non sarai capace di fare nulla, paradossalmente (?). Non sto parlando di sbronze, di serate fantasmagoriche, di droghe pesanti, locali chic aperti di recente o chissà cosa. Vi lascio con questo dubbio, un piccolo promemoria per gli avventurosi di ogni città, per chi necessita di cambiare aria, di cambiare vita.
Oltremodo vi dico sin da subito, con estrema franchezza, di diffidare di chi scrive di Berlino. Diffidatene con estrema cura. Siate vili ed oltraggiosamente scettici. Descriverla è un’ impresa assai ardua. Parlare della vita, degli storici locali, dell’arte, della sua tremenda storia, dei monumenti è materia di studio e, se volete passare una tranquilla settimana in balia della cittadina, vi consiglio di affidarvi a qualche brava guida turistica.

Al contrario, se non cercate niente di maledettamente effimero, vi propongo di sostare qualche giorno in più della suddetta vacanza breve: passeggiate nei magnifici parchi, immensi e ossigenati, perdetevi nelle S-Bahn e nelle U-Bahn e nei tram sulla strada verso casa dopo aver passato una bella serata, proseguite senza bussola, conoscete ogni persona incontriate, approfondite, apritevi a quel mondo che incorpora Berlino, crocevia di generazioni perse, passate, presenti e future, lasciatevi contaminare dalla sua esperienza, dalla sua costruzione nella distruzione, inghiottite nei vostri capillari la sua secolare anima, trasportatevi al di là del conosciuto, vivete l’inimmaginabile.

Perdete ogni cartolina ricordo per scoprire la curiosità chiusa a chiave sotto il letto, lasciatela libera di svolazzare nella stanza, dalla polvere degli anni, respirandone l’aria di qualche antica novità.

Per quanto potranno scrivere e per quanto è stato già scritto, di cui ho letto poco – anzi, niente -, questa città rimarrà un mistero: quel mistero che avvolge ogni grande vinile od ogni classico della letteratura, che cela, timidamente, la propria magia, la propria grandezza, stregando fino al midollo lo sventurato che è lì e la vive, in quell’istante.

Imparerete ad amare il sole, forza motrice dell’universo, fonte inesauribile dell’energia che vi porterà ogni giorno fuori dalla porta a esplorare, sotto le nubi cariche di pioggia o, quando la giornata non è delle più fortunate (si fa per dire), di neve.

Berlino è questa: energia vitale, spazio per chi cerca una terza coordinata dall’instabilità della bidimensionalità, una esperienza/città da affrontare di petto, da vivere negli anni e che, con il tempo, non abbandonerà mai la vostra esistenza, consolidando le vostre radici, proiettandovi nel vostro futuro forse ancora più incerto di prima, ma carichi di consapevolezze del tutto nuove, imparando a conoscere la città, conoscerete qualche piccolo frammento di voi, costruendovi insieme.

Berlino è questa: nella sua essenzialità, nella sua/nostra continua evoluzione, nella nostra vita, nella nostra storia. Vivetela ogni giorno di più, incuriositi da ogni sobborgo, incuriositi da voi stessi.

Ma ricordate attentamente: diffidate sempre da chi pretende di scrivere di Berlino. Un suo verso è insito negli antri più sconosciuti delle nostre esistenze e solo ai coraggiosi spetta il compito di disperdere anonimamente i canti di quel che resta del suo inesauribile segreto, scoprendosi uno, forse nessuno, magari centomila.

Wir sind alles Berliner. Just for one day.

 

Daniele Ianniello

1Commento
  • margherita righetti
    Posted at 14:45h, 22 aprile Rispondi

    bravo!mi è piaciuto molto il tuo articolo, soprattutto la semplicità, che colpisce e con molta “fantasia” ti fa camminare per le “strasse” di una delle città più belle.(Stando alle statistiche), purtroppo non ho mai avuto il piacere di visitarla ma rimane comunque un desiderio che spero spesso si avvererà.Nel frattempo sogno attraverso gli occhi di chi la vive…Diese ist die Liebe….

Lascia Un Commento

Shares